Archivi tag: cortometraggi

“Buirning Land” al 21° MonFilmFest

Sabato 8 luglio “Burning Land” verrà proiettato a Mombello Monferrato nel programma “Vetrina” del 21° MonFilmFest.
“Burning Land” è un progetto Azul Teatro realizzato da Serena Gatti e Raffaele natale.
E’ un poema poetico musicale per cui ho realizzato i fondali animati che ne accompagnano l’ascolto.
Per chi non potesse partecipare alle proiezioni, sulla piattaforma Festhome TV sarà possibile vedere i film e votarli, fino al 14 luglio:
 
 

“Burning Land” ad InCroci2.0

“Burning Land” partecipa all’esposizione collettiva IN/CROCI 2.0 che si terrà dal 15 al 19 febbraio presso il Cantiere San Bernardo a Pisa.
Sarà la prima occasione in Toscana per vedere il video animato realizzato per la performance poetico sonora di Azul Teatro sugli incendi che hanno colpito i monti pisani nel 2018 e nel 2019.
Con i testi e l’interpretazione di Serena Gatti e le musiche di Raffaele Natale.
 
Il progetto IN/CROCI 2.0 è realizzato a cura di Laura Griffa e Jennifer Telluzzi.
ESPONGONO:
Claudia Tiarez / Alberto Bernardi / Aurora Bresci / Artiviste / OCCO Studio / Federica Carriaggio / Aurora Cosimi Loffredo / Zohre Daneshfazli / Fabiana Teodonno / Lucas Estrella/ Carla Pampaluna / VD / Serena Epifani / Alessandra, Bianca e Marta / Elisabetta Cipolli
 
Venite a dare un’occhiata!

Burning land vince il premio ITIS Paleocapa al 5° Festival delle Foreste di Bergamo

“Burning Land” ha vinto il premio ITIS Paleocarpa alla 5° edizione del Festival delle Foreste di Bergamo.
La motivazione:
“1. qualità grafica molto alta
2. molto pertinente al tema della salvaguardia delle foreste e del verde pubblico
3. mantiene alta l’attenzione grazie alla voce narrante, alla musica incalzante e alle ottime grafiche
4. un ottimo utilizzo del tempo, né troppo lungo né troppo breve
5. la colonna sonora, la poesia raccontata e le immagini ci coinvolgono con un argomento di attualità che ci ha profondamente toccati. Tratta con finezza e serietà il problema degli incendi forestali, le cause che questi hanno sull’ambiente e come, nonostante tutto, la natura si rigeneri e rifiorisca a nuova vita.”
Componenti della Giuria: Federico Gelpi, Samuele Recalcati. Sara Ronzoni, Cristian Shuo Zhu. Coordinamento: Prof. Chiara Spanio

Il vincitore del Festival è Giacomo Agnetti con “Il popolo del cipresso”. Menzione speciale ad “Anamei” di Alessandro Galassi.
Erono presenti alla premiazione i Consoli Generali dell’Uruguay, della Colombia, di Panama, di Haiti, del Nicaragua e del Perù, ospiti d’onore del Festival; Roberto Gualdi organizzatore del festivale e l’Assessora al Verde Pubblico del Comune di Bergamo Marzia Marchesi.

Percorso “Artisti vagabondi” estate 2021

Qualche parola sui laboratori “Artisti vagabondi” realizzati da Forium agenzia formativa, Associazione Teatro di Buti e Oxfam in collaborazione con il Comune di Capannori e il sostegno della Regione Toscana:

http://forium.it/carla-pampaluna-gli-artisti-vagabondi/

I laboratori si sono tenuti nei mesi di giugno e luglio 2021 a Castelvecchio di Compito (LU) e a Cascine di Buti (PI).

I cortometraggi realizzati dai ragazzi sono stati esposti in mostra al Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato dal 18 al 25 luglio 2021.

“guerriglia” in concorso a Visioni urbane – Beyond the ideal city 2021

Il cortometraggio “guerriglia” è stato selezionato per partecipare al festival cinematografico indipendente “Visioni urbane – Beyond the ideal city” promosso da City space architecture, associazione culturale senza scopo di lucro con sede a Bologna.
https://www.visioniurbane.stream/category/in-concorso/

Il festival si svolgerà in rete a causa della pandemia in corso dal 22 al 25 aprile.
Tutte le informazioni per partecipare agli eventi del Festival alla pagina facebook Visioni Urbane / Urban Visions, sul sito dell’associazione www.cityspacearchitecture.org e quello del festival www.visioniurbane.stream

“guerriglia” è un cortometraggio prodotto in collaborazione con Emilio Pampaluna e Simone Buono ed è stato girato tra Pisa e Pontedera nel maggio 2019. Con Irene Barbugli, Alessandra Bareschino e Massimo Pascucci.